Kranz

Kranz

Tutti i prodotti da Kranz ›

Nel 1990, a soli 20 anni, Boris Kranz è entrato nella tenuta di famiglia come maestro di cantina. Oggi rappresenta la quarta generazione alla guida della tenuta ed è una delle stelle nascenti del Palatinato. Insieme alla moglie Kerstin, ha trasformato l'azienda di famiglia in una delle migliori della regione. Nel 2012, i suoi vini sono stati ammessi al registro della prestigiosa Associazione tedesca delle cantine di qualità (Verband deutscher Prädikatsweingüter/VDP). Gli alti punteggi delle principali guide Gault et Millau ed Eichelmann confermano che questa è una delle migliori tenute del Palatinato e una figura di spicco della viticoltura tedesca.

mostra di più

Un terroir del Palatinato con accenti toscani

La tenuta della famiglia Kranz si trova nel tranquillo villaggio vinicolo del Palatinato di Ilbesheim, sulla strada del vino Südliche Weinstraße, non lontano dal confine con l'Alsazia. La cima della montagna locale di Ilbesheim, il Piccolo Kalmit, offre una vista mozzafiato sulla pianura del Reno, la Foresta Nera e l'Odenwald. Un magnifico paesaggio montano costellato di castelli e rovine, circondato da una serie di dolci colline e da un mare di vigneti. Il Palatinato viene spesso definito la Toscana della Germania. Per capire perché, basta salire sul piccolo Kalmit.

Il Palatinato gode anche di un clima privilegiato. Situata nella pianura dell'Alto Reno, la regione è protetta dai venti freddi dalla foresta del Palatinato;del Palatinato a ovest e dalle creste che si estendono fino al Reno a nord e a est. I vigneti sono esposti a sud e sud-est e godono quindi di calore e luce. Il Palatinato meridionale gode di circa 1800 ore di sole all'anno, che favoriscono una maturazione ottimale delle uve.

Gestione biologica di un intero mosaico di terroir

È per convinzione che Boris Kranz coltiva le sue vigne secondo i principi dell'agricoltura biologica. La rinuncia all'uso di erbicidi, fungicidi sintetici e fertilizzanti minerali non solo favorisce la vitalità del suolo e l'uso sostenibile delle risorse naturali, ma produce anche uve particolarmente aromatiche.

Agrave; Ilbesheim, la composizione dei terreni è molto varia. Alcuni sono leggeri e porosi, altri pesanti e impermeabili, alcuni sabbiosi, altri argillo-calcarei o argillo-limosi. Oltre ai Riesling e ai vini della Borgogna, il Sauvignon Blanc si trova particolarmente a suo agio qui. Per sfruttare al meglio ogni terroir e microclima, Boris Kranz ha selezionato con cura le parcelle in base alle esigenze specifiche di ogni cépage.

Viticoltura artigianale che punta all'apice del gusto

Mentre Boris Kranz dispone delle più moderne attrezzature tecniche nelle sue cantine, interviene pochissimo nei processi naturali durante la vinificazione. Poiché ogni anno è diverso, il processo di vinificazione non segue un protocollo prestabilito. Una volta raccolte le uve, l'enologo e il maestro di cantina decidono in base alla situazione;Tra le altre cose, decidono se la fermentazione sarà spontanea o controllata, e se il vino verrà fatto lievitare in tini di acciaio inox o in botti. L'obiettivo è che i vini riflettano appieno le caratteristiche specifiche dell'annata.

Grâce à un metodo di gestione ecologica e à di grande artigianalità della vite, ma anche à un'opera d'arte.Boris Kranz ha creato uno stile di vino unico, autentico, senza tempo e duraturo: vini secchi del Palatinato con un profilo aromatico puro e un carattere deciso che riflettono magnificamente il clima mite e i terreni fertili di Ilbesheim.

Kranz
Mörzheimerstrasse 2
76831 Ilbesheim bei Landau in der Pfalz
Germania
Tel. +49 6341 939206

9 Risultati

9 Prodotto/i

Nel 1990, a soli 20 anni, Boris Kranz è entrato nella tenuta di famiglia come maestro di cantina. Oggi rappresenta la quarta generazione alla guida della tenuta ed è una delle stelle nascenti del Palatinato. Insieme alla moglie Kerstin, ha trasformato l'azienda di famiglia in una delle migliori della regione. Nel 2012, i suoi vini sono stati ammessi al registro della prestigiosa Associazione tedesca delle cantine di qualità (Verband deutscher Prädikatsweingüter/VDP). Gli alti punteggi delle principali guide Gault et Millau ed Eichelmann confermano che questa è una delle migliori tenute del Palatinato e una figura di spicco della viticoltura tedesca.