2023 Roero Arneis DOCG Casa Vinicola Bruno Giacosa

  • Scelga un’opzione…
  • Scelga un’opzione…
CHF 33.00
75 cl Bottiglia | Prezzo per bottiglia
(CHF 44.00 / l )
Prezzo con IVA inclusa
Costi di spedizione esclusi ›

Un Arneis del designer piemontese Bruno Giacosa

Il famoso produttore e vero creatore di vini Bruno Giacosa è noto per il suo Roero Arneis.
Paese d’origine IT › Piemonte ›
100% Arneis
Maturazione fino a 2028 ›

Descrizione prodotto

Mittleres Gelb, strahlend goldene Reflexe. Eine ausdrucksstarke Nase, die neben zitrischen Noten auch etwas Gravensteiner-Apfel, Mandelblüten und eine Spur Anis offenbart. Sanfter Auftakt, abgelöst von viel gelber Frucht, nun auch Blütenhonig und eine Spur Marzipan; sehr präzis und elegant, eine schöne Komplexität und Spannung zeigend; nach und nach treten auch die mineralischen Noten hervor, die diesem Piemonteser eine weitere Dimension verleihen; ausgeglichenes Finale.
Vol. alcolici 13.5% vol.
Allevamento 4 Mesi in In vasche d’acciaio inox
Ideale con "Si sposa particolarmente bene con grissini, ricotta, terrine, pesce in camicia, pasta aglio e olio e gratin di ogni tipo. È delizioso anche con i biscotti "lingua di suocera" o con i piatti a base di formaggio".
Raccomandazione di servizio Fresco, tra 8 e 10 gradi
Viticoltura Tradizionale
Vegano No
Allergeni Contiene solfiti
Numero articolo 1646123075C6000

Bruno Giacosa

Tutti i prodotti da Bruno Giacosa ›
Bruno Giacosa
La tenuta della famiglia Giacosa, situata a est di Torino nel paesaggio ondulato delle Langhe, è uno dei nomi più famosi del vino italiano. Bruno Giacosa, in particolare, si è guadagnato fama mondiale per i suoi vini rossi complessi e longevi dei distretti del Barolo e del Barbaresco, considerati icone tra i classici del Piemonte. Oggi la figlia Bruna dirige l'Azienda Agricola Falletto, portando avanti instancabilmente lo stile tradizionale del carismatico padre: con la loro eleganza e finezza, i vini di Giacosa sono ancora unici in Piemonte.

Un tempo piccola casa commerciale, oggi tenuta di fama mondiale
Le origini della tenuta della famiglia Giacosa risalgono al XIX secolo, quando il nonno di Bruno, Carlo, e successivamente il padre Mario, acquistavano uve da tenute vicine e le vendevano a produttori affermati.Le origini della tenuta della famiglia Giacosa risalgono al XIX secolo, quando il nonno di Bruno, Carlo, e successivamente il padre Mario, acquistavano uve dalle tenute vicine e le vendevano a produttori già affermati. In realtà, la famiglia non possedeva ancora alcuna vigna e il vino veniva pressato solo su piccola scala per uso proprio. Bruno Giacosa ha iniziato a lavorare nell'azienda di famiglia fin da giovanissimo, imparando tutto ciò che riguarda la qualità dell'uva e la produzione del vino: in breve tempo ha acquisito familiarità con le fasi necessarie in vigna e con i compiti più importanti in cantina. Bruno Giacosa mise per la prima volta a frutto queste conoscenze vinificando un Barbaresco Riserva dell'annata, e la storia del successo prese il sopravvento: la sua capacità di esaltare i sapori lo rese subito famoso. Già nel 1964, Bruno Giacosa imbottigliava i suoi primi vini da singole parcelle : e su questo punto, il giovane enologo era molto moderno e uno dei primi produttori in Piemonte a vinificare separatamente il raccolto di parcelle privilegiate.

Perfetto equilibrio tra tradizione e modernità
A differenza di molti suoi colleghi vignaioli, che producevano i loro vini rossi in modo molto più moderno, praticando macerazioni più brevi e un'ottima qualità del vino.A differenza di molti altri viticoltori, che producevano i loro vini rossi in modo molto più moderno, praticando macerazioni più brevi e affinamenti in botte per produrre vini più morbidi che potessero essere bevuti più giovani e con maggiori aromi di rovere, Bruno Giacosa è sempre stato fedele ai moderni metodi di vinificazione, alle grandi botti di legno e ai lunghi periodi di maturazione. L'enologo della vecchia scuola si rifiutava, ad esempio, di limitare il contenuto di tannini, che, quando percepibili, sono una delle caratteristiche essenziali dell'uva nebbiolo. Grazie al paziente invecchiamento, i vini di Bruno Giacosa hanno sempre mantenuto una misteriosa sobrietà, che caratterizza in particolare questi grandi vini dallo straordinario potenziale di invecchiamento, che anche dopo una lunga evoluzione sanno di gioventù.

Detto questo, l'attaccamento di Bruno Giacosa alla tradizione non ha nulla a che vedere con una mancanza di spirito pionieristico - al contrario.

Anche Bruna Giacosa, sua figlia, punta sullo stile tradizionale
Dopo che Bruno Giacosa, nei primi vent'anni della sua carriera, produceva tutti i suoi vini con uve acquistate da vigneti accuratamente selezionati nelle vicinanze, decise di produrre i propri vini.Grazie al suo successo, all'inizio degli anni Ottanta è riuscito ad acquistare prima un appezzamento di prim'ordine a Barolo e poi altre superbe località a Barbaresco, La Morra e Serralunga. Da allora, i vigneti coprono poco più di venti ettari.

Nel corso della sua vita, Giacosa dedicò particolare attenzione all'arneis, un'antica varietà autoctona di vino bianco, la cui coltivazione era in costante declino e che, senza il suo impegno e quello di alcuni colleghi viticoltori, sarebbe probabilmente scomparsa del tutto dal Piemonte.Grazie alla sua iniziativa, molti viticoltori piemontesi hanno ritrovato il gusto per questa varietà difficile da coltivare, tanto da farla prosperare su diverse centinaia di ettari. Accanto all'arneis e al nebbiolo, le varietà tipiche della regione, il dolcetto e la barbera, popolano i vigneti dell'Azienda Agricola Falletto - nessun vitigno internazionale è mai entrato nei vini della famiglia.

Come il padre, Bruna Giacosa si affida alla vendemmia manuale, alla macerazione intensiva e all'estrazione delicata dei tannini migliori, all'affinamento in botti grandi e alla paziente maturazione in bottiglia. Il risultato è che la personalità di ogni varietà d'uva viene perfettamente esaltata - e come sempre, senza note di legno dominanti. Ha conservato lo stile unico dei vini della vecchia mc�tre e, alla fine, i vini di Bruna Giacosa non hanno nulla da invidiare a quelli del padre. Qualcosa da attendere con ansia in ogni futura annata di questa leggendaria tenuta di culto.

Bruno Giacosa
Via XX Settembre 52
12057 Neive
Italia
Tel. +39 01 73 67 027

Condivida la sua opinione con gli altri clienti

Come valuta questo prodotto? *

Qualità

75 cl Bottiglia (Scatola da 6)

Le seguenti filiali hanno almeno 6 bottiglie in stock, escluse vendite in corso. Si prega di contattare la filiale per riservare la quantità di bottiglie desiderata.
Mövenpick Vini Basilea
061 693 31 31
Mövenpick Vini Berna
031 398 99 40
Mövenpick Vini Coira
+41 81 552 11 77
Mövenpick Vini Kloten
043 818 99 37
Mövenpick Vini Oftringen
062 798 00 11
Mövenpick Vini Pfäffikon SZ
055 410 42 62
Mövenpick Vini Reinach BL
061 713 74 18
Mövenpick Vini Rotkreuz
041 790 94 70
Mövenpick Vini Shoppyland
031 852 08 00
Mövenpick Vini San Gallo
071 288 52 92
Mövenpick Vini Suhr
062 842 22 23
Mövenpick Vini Vaduz (FL)
00423 232 78 00
Mövenpick Vini Volketswil
043 444 95 47
Mövenpick Vini Wettingen
056 426 18 88
Mövenpick Vini Winterthur
052 203 63 60
Mövenpick Vini Zollikon
044 391 47 77
Mövenpick Vini Zug
041 760 96 50
Mövenpick Vini Zurigo, Jelmoli
044 220 48 47
Mövenpick Vini Zurigo-Enge
044 201 12 77